Quando si trasferisce il proprio business online, Google Analytics è uno strumento essenziale. Si tratta di un tool gratuito offerto da Google che permette di vedere tutte le metriche e tutti i dati più importanti relativi al proprio sito.
Google Analytics è uno strumento utile per capire l’andamento del proprio business online, ma è importante saper leggere i dati più importanti che offre. Per capire come leggere le metriche, sarebbe necessario un intero corso di formazione; ora invece, cerchiamo di capire quali siano i dati più importanti da prendere in considerazione.

 

Quali sono i 3 dati più importanti?

I dati più importanti da osservare appena si accede a Google Analytics, sono principalmente tre: il numero di visualizzazioni e sessioni, la frequenza di rimbalzo e il tasso di conversione.
La parola sessione fa riferimento a un insieme di interazioni che accade in un determinato intervallo di tempo. Per esempio, il numero di pagine visitate da un unico utente nella stessa finestra nell’arco di 30 minuti di attività è una sessione. È importante osservare il numero di visualizzazioni e sessioni perché, pur non essendo dati molto specifici delle azioni degli utenti, permettono di capire il traffico sul sito.

Secondo dato fondamentale da osservare è la frequenza di rimbalzo. Questa percentuale indica la quantità di utenti che visita una sola pagina e poi esce dal sito. La bounce rate viene calcolata facendo il rapporto tra le sessioni di una sola pagina e tutte le sessioni sul proprio sito nelle quali gli utenti hanno visualizzato solo una pagina. La frequenza di rimbalzo è un dato importante perché indica quanto il sito viene “navigato” e soprattutto quanto gli utenti rimangono ad esplorarlo e a leggerne i contenuti. Idealmente questa percentuale, per essere considerata un dato positivo, dovrebbe essere sotto il 70%; se il sito è un e-commerce, dovrebbe essere tra il 20% e il 60%.

google analytics

L’importanza delle conversioni

Il terzo dato da osservare sempre è il tasso di conversione. Le conversioni sono tutte quelle azioni importanti per il proprio business che un utente compie mentre è sul sito. Naturalmente le conversioni possono essere di diversi tipi in base al tipo di sito che si gestisce. Per esempio, se si tratta di un e-commerce, la conversione più importante sarà l’acquisto, oppure l’aggiunta al carrello. Se invece il proprio sito è semplicemente un blog, potrebbe essere una conversione importante, l’iscrizione alla newsletter. Il tasso di conversione è uno dei dati più importanti perché consente di capire quali pagine del sito o landing page hanno maggior successo a convertire l’utente, ossia a spingerlo a compiere una determinata azione. Se una pagina converte bene, ossia porta l’utente a concludere un azione al 70%, vuol dire che quella pagina è progettata correttamente e i suoi contenuti corrispondono esattamente a quello che i tuoi utenti cercano.

Altri dati importanti di Google Analytics

Numero di sessioni, frequenza di rimbalzo e tasso di conversione sono solo una parte infinitesimale di tutte le metriche che mostra Google Analytics. Di seguito alcuni altri dati importanti da tenere monitarati.
Il tipo di utente che approda sul tuo sito, in particolar modo se è un utente nuovo o di ritorno. I nuovi utenti sono tutti quei visitatori che non erano mai stati sul sito, quelli di ritorno invece, sono utenti che già lo conoscono. Il rapporto tra nuovi utenti e quelli di ritorno è uno dei dati più importanti di Analytics perché consente di stimare la fidelizzazione dei propri utenti. In base alla tipologia di sito, sarà più o meno rilevante un alto numero di utenti nuovo o di ritorno. Se si ha un blog, per esempio, un alto numero di utenti di ritorno è positivo perché vuol dire che i contenuti piacciono. Se invece si gestisce un e-commerce, non deve sorprendere di avere un alto numero di utenti nuovi, soprattutto se vengono fatte molte pubblicità o sponsorizzazioni.

Le pagine migliori e i canali di acquisizione

Le pagine migliori sono un’altra metrica molto utile. Google Analytics identifica infatti, le pagine più apprezzate dai tuoi utenti. Sembra banale, ma questo è uno dei dati più importanti perché permette di dedurre quali siano i contenuti che hanno più successo e che cosa interessa davvero ai tuoi utenti. Questi sono tutti elementi essenziali per capire e migliorare la propria strategia di creazione dei contenuti sul sito.

Ultima materica, ma decisamente non per importanza è il canale di acquisizione. Indica da dove partono gli utenti per raggiugnere il proprio sito: alcuni dai social, altri da Google o altri ancora scrivono direttamente il tuo dominio nella barra del browser. Conoscere il canale di acquisizione è importante perché mettendo in relazione il canale con la frequenza di rimbalzo e le pagine visitate per sessione, si capisce da dove “partono” gli utenti che sono più propensi a convertire sul sito. Questo ci aiuta a pianificare meglio i contenuti e a ideare una strategia migliore. Per esempio, se noto che molti degli acquisti sono fatti da utenti arrivati da Facebook e Instagram, investirò di più in sponsorizzate sui social.

Per servizi di consulenza sul tuo business, offline e online, scopri il pacchetto Business Plan Package. Ti aiuteremo ad avviare la tua attività innovativa nel rispetto della normativa vigente. Offriamo inoltre servizi di web design e comunicazione e marketing digitale per lanciare il tuo brand brand anche online.
Affidati a Ekea & Associati, un team di esperti con esperienza trentennale nel settore.