La costituzione di una start up innovativa

La qualificazione di start up innovativa (di seguito S.U.I.) è stata oggetto di numerosi interventi legislativi nell’ultimo decennio, la cui caratteristica attiene alla ricerca di misure agevolative e di benefici, in grado di rendere appetibile e di incentivare la costituzione delle stesse.

Tali misure sono coerenti con la particolare fase del ciclo di vita dell’impresa. Si tratta di previsioni normative il cui ambito di applicazione è limitato, da un lato, dall’aspetto soggettivo – e dunque la sussistenza dei requisiti di S.U.I. – dall’altro, dall’aspetto temporale, il quale è circoscritto ad un intervallo di 5 anni.

Trascorsi 5 anni previsti dalla legge, la società perde la qualifica di start up. Coerentemente a tali obiettivi, il legislatore ha introdotto una serie di incentivi applicabili alle società in oggetto in fase di costituzione delle stesse che generano vantaggi ed agevolazioni, sia da un punto di vista fiscale che procedimentale.

Le semplificazioni in tema di costituzione e di regime pubblicitario
Il Decreto del MISE

Il Decreto del MISE del 17 febbraio 2016 ha previsto la possibilità per le S.U.I. di redigere l’atto costitutivo e lo statuto utilizzando un modello standard e convalidandone il contenuto con firma digitale[1]. Per procedere in tal senso, l’utente può accedere alla piattaforma “Atti Startup” presente nel portale della Camera di Commercio, ovvero presso l’ufficio “Assistenza Qualificata alle Imprese” che nasce come servizio di assistenza gratuito per il processo di registrazione.

La semplificazione della procedura di registrazione e di redazione di tali atti si estende, inoltre, anche alle successive modifiche degli stessi attraverso le medesime modalità, nonché per gli adempimenti periodici[2] previsti ex lege.

L’esonero dei diritti camerali e delle imposte di bollo
Ulteriori benefici per le start up

Un ulteriore beneficio previsto per le start up innovative attiene all’esonero dal pagamento dell’imposta di bollo e dei diritti di segreteria dovuti per gli adempimenti relativi alle iscrizioni nel Registro delle Imprese, nonché del diritto annuale in favore delle Camere di Commercio.

In merito, L’Agenzia delle Entrate[3] ha specificato che l’esonero è da intendersi in misura estensiva per tutti i diritti di segreteria Unioncamere nonché, per l’imposta di bollo, con riferimento a tutti gli atti posti in essere anche successivi all’iscrizione nel registro delle imprese.

I servizi dell’Agenzia ICE
L’Agenzia per la promozione all’esterno e l’internazionalizzazione delle imprese italiane

Si tratta dell’organo preposto all’assistenza in materia normativa, societaria, fiscale, immobiliare, contrattualistica e creditizia. Per tali servizi le aziende hanno diritto ad una riduzione del 30% sull’acquisto di beni e servizi a catalogo, nonché – superata la soglia di 1.000 euro di spesa – di uno sconto del 10% nell’anno successivo.

L’iscrizione al sito dell’Agenzia ICE è gratuita.

Inoltre, coerentemente al carattere innovativo della start up l’agenzia ha previsto il c.d. “Global Start up Program” attraverso cui le stesse società ricevono una formazione qualificata su temi inerenti all’internazionalizzazione e un contributo economico per uno stage di massimo 6 mesi presso incubatori esterni.

La trasformazione in PMI innovativa
Il passaggio dalla qualifica di Start Up a PMI innovativa

Trattandosi di una qualifica caratterizzata da una limitazione temporale determinata ex lege il legislatore ha previsto, una volta trascorsi i 5 anni, il passaggio automatico al rango di PMI innovativa in caso di mantenimento dei requisiti della stessa, con l’iscrizione alla relativa sezione speciale del Registro delle Imprese, senza perdita del diritto ai benefici disponibili per le S.U.I..

La scelta circa l’accesso alla qualifica di PMI innovativa resta comunque opzionale.

Per servizi di consulenza, scopri il nostro pacchetto Start Up Assitance, ti aiuteremo ad avviare la tua attività innovativa nel rispetto della normativa vigente. Offriamo inoltre servizi di web design e comunicazione e marketing digitale per lanciare il tuo brand.
Affidati a Ekea & Associati, un team di esperti con esperienza trentennale nel settore.

[1] Ai sensi dell’art. 24 del Codice dell’Amministrazione Digitale.
[2] Si pensi, ad esempio, all’attestazione di conferma annuale della persistenza dei requisiti necessari per la qualifica di S.U.I..
[3] Come chiarito dalla Circolare n. 16/E, dell’11 giugno 2014.